LUGO MEDICA | Via A. Acquacalda 25/3 - 48022 - Lugo (RA) | Tel 0545.23391 | info@lugomedica.it

Aut. Sanitaria prot. 2121 del 18/01/2016 del Comune di Lugo - Direttrice sanitaria Dott.ssa Chiara Ravaglia

© 2017 Created by O25 Medical srl

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Google+ Icon

O25 Medical srl | Via A. Acquacalda 2573 - 48022 - lugo (RA)

P. Iva e C.F. 02516420391 - REA RA-208845

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY

Gruppo loghi SA nuovo trasp.png

> Prenota la tua visita online

Pneumologia

Dott. Rondinini Roberto

  • visita specialistica

  • spirometria

  • polisonnografia

Di cosa parliamo?

 

La pneumologia è quella branca della medicina interna che studia le malattie dell’apparato respiratorio in particolare quelle dei polmoni. Ogni anno le malattie respiratorie causano circa 10 milioni di morti (il 7% delle morti a livello globale), e rappresentano circa il 4% di tutte le patologie al mondo.

La pneumologia si occupa dell'anatomia, del funzionamento e delle patologie del polmone e degli organi attraverso cui passa l'aria che respiriamo, ad esempio i bronchi e la trachea.

I polmoni sono organi essenziali per la vita.

I medici pneumologi studiano e curano le malattie polmonari sia nelle forme acute (bronchiti, broncopolmoniti…) sia nelle forme croniche (fibrosi polmonare, asma, bronco pneumopatia cronica ostruttiva- BPCO); si occupano anche di quelle condizioni patologiche in corso di definizione, quali ad esempio tosse persistente, mancanza di fiato, russamento.

 

Si prevede un ulteriore incremento nel numero di decessi a causa delle malattie polmonari da oggi al 2020, in particolare a causa della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), del carcinoma polmonare e della tubercolosi.

 

Nel nostro Gruppo Sanità Amica gli esperti in Pneumolgia valutano la presenza di eventuali malattie dell’apparato respiratorio e si occupano della prescrizione degli esami più idonei a questo scopo e all’indicazione di eventuali terapie.

Aree d'intervento

 

Lo pneumologo si occupa della diagnosi e della terapia delle patologie che possono colpire le strutture dell'apparato respiratorio: laringe, trachea, bronchi, polmoni, diaframma e gabbia toracica. Curando le patologie diagnosticate l'équipe pneumologica cerca di prevenire la comparsa di un'insufficienza respiratoria o almeno di rallentarne il più possibile la progressione.

Nel caso in cui rilevi la necessità di un intervento chirurgico può lavorare in collaborazione con un chirurgo toracico o cardiovascolare. Inoltre può avvalersi anche della collaborazione di un allergologo.

 

 

Ecco le patologie più spesso trattate dal medico pneumologo:
 

- asma allergica

- malattie infiammatorie come la laringite, le bronchiti, le polmoniti e le brocopolmoniti, sia in forma acuta che cronica, come nel caso della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

- tubercolosi

- tumori al polmone

- sarcoidosi

 

 

Gli esami strumentali idonei ad indagare la funzionalità respiratoria:
 
  • pervietà e volumetria delle vie aeree (spirometria semplice lenta e forzata)

  • saturazione ossiemoglobinica (pulsossimetria estemporanea e notturna)

  • profilo ventilatorio notturno (monitoraggio notturno cardiorespiratorio)

 

Questi esami sono utili per una corretta definizione di eventuali patologie restrittive/ostruttive, sia per la diagnosi iniziale, sia per il monitoraggio di condizioni note.

 

Fra gli obiettivi della Pneumologia rientra anche quello di approfondire e diagnosticare con efficacia la presenza di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO, danneggiamento delle vie aeree prevalentemente da fumo di sigaretta o altri inalanti) per prevenire la progressione di malattia ed eventuali complicanze (cuore polmonare cronico, poliglobulia, danni cerebro-vascolari e cardio-vascolari).

 

Molto diffusa anche l’asma bronchiale i cui sintomi possono insorgere in qualsiasi età e compromettere anche notevolmente la qualità di vita e la conduzione delle normali attività quotidiane. I nostri specialisti gestiscono la patologia al fine di controllare ed evitare fenomeni di riacutizzazione.

 

Nel campo della Pneumologia rientra anche l’indagine delle apnee notturne (OSAS) tramite lo strumento per il monitoraggio continuo di saturazione ossiemoglobinica e frequenza cardiaca (polisonnografia / monitoraggio cardiorespiratorio notturno). L'OSAS può essere responsabile di ipertensione arteriosa non controllata, di cefalee ricorrenti, fino ad episodi ischemici cerebrali e cardiaci (ictus, infarto).